SIAS

Archivio di Stato di Prato

Comunità di Vernio

Date di esistenza: 1797 - 1811
1814 - 1865

Sedi: Vernio (Prato)

Intestazioni di autorità:
  • Comunità di Vernio (1797 - 1811; 1814 - 1865), SIUSA/NIERA

Condizione giuridica:
  • pubblico

Note storiche:
Il territorio dell'attuale Comune di Vernio, collocato lungo una delle principali vie di comunicazione che per tutto il medioevo collegarono il territorio pratese a quello padano, fu tra quelli assegnati dall'imperatore Berengario ai Cadolingi nel 915. Agli inizi del XII secolo Vernio e Mangona passarono in eredità dai Cadolingi agli Alberti da Mangona, che assunsero il titolo di Conti di Vernio. Nel 1332 il feudo fu acquistato dai Bardi, che ottennero il vicariato imperiale nel 1355. Il Feudo dei Bardi sopravvisse, come ultimo residuo del potentato feudale pratese, fino al 1797, quando questo territorio fu annesso alla Repubblica Cisalpina e Vernio divenne sede di una Comunità compresa nel Dipartimento del Reno. Nel 1802 la Repubblica Cisalpina prese il nome di Repubblica italiana e, dal maggio 1805, di Regno italico. Nel 1811 Vernio divenne sede di una Mairie del Dipartimento dell'Arno.
A seguito della Restaurazione Vernio fu definitivamente unita al Granducato di Toscana divenendo sede di una comunità. In questo periodo fu anche sede di una podesteria (con sede a Mercatale), poi annessa al Vicariato Regio di Prato.

Relazioni con altri soggetti produttori:

Profili istituzionali di riferimento:

Complessi archivistici prodotti:

Redazione e revisione:
  • Pagliai Ilaria, 2018-07-28, prima redazione