SIAS

Archivio di Stato di Prato

Ceppo nuovo di Francesco Datini

Altre denominazioni:
  • Ceppo dei poveri di Francesco di Marco

Date di esistenza: 1410 - 1545

Sedi: Prato

Intestazioni di autorità:
  • Ceppo nuovo di Francesco Datini, Prato (1410 - 1545), SIUSA/NIERA
  • Ceppo dei poveri di Francesco di Marco, Prato (1410 - 1545), SIUSA/NIERA

Tipologia:
  • ente di assistenza e beneficenza

Note storiche:
Alla sua morte il mercante pratese Francesco di Marco Datini (1335 circa - 1410) lasciò in eredità gran parte del suo cospicuo patrimonio ad una istituzione benefica di nuova fondazione, la "Casa e Cieppo de' poveri di Francesco di Marco" affinché, con le rendite, fossero in perpetuo assistiti e nutriti i poveri. La fondazione, che lo stesso Datini non volle soggetta alla chiesa o ad uffici ecclesiastici, doveva essere gestita da quattro "terrazzani" nominati dal Comune. Il Ceppo ebbe sede nel Palazzo Datini dove Francesco di Marco aveva abitato, e al cui mantenimento era tenuto a provvedere. Chiuso per alcuni anni agli inizi del Cinquecento per il grave indebitamento che aveva seguito il saccheggio dato alla città dalle truppe spagnole, nel 1545 venne, per volontà del granduca Cosimo I Medici, unita al Ceppo Vecchio con il nome di Casa Pia dei Ceppi.

Relazioni con altri soggetti produttori:

Complessi archivistici prodotti:

Bibliografia:
  • Archivio dei Ceppi di Prato. Inventario, a cura di R. NUTI, in «Rivista Storica degli Archivi Toscani», V (1933), III, 136-146

Redazione e revisione:
  • Pagliai Ilaria, 2006-03-07, prima redazione in SIAS
  • Pagliai Ilaria, 2017-11-15, revisione